icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Per quale motivo proviamo vergogna?

La vergogna non è qualcosa di negativo, ma una strategia di difesa

Un team di ricercatori dell'Università di Santa Barbara e Montreal afferma che il senso di vergogna non è un'invenzione culturale anche se fa parte della nostra cultura ed è universale.
Lo studio pubblicato su Pnas, da Daniel Sznycer e colleghi, spiega che la vergogna è una strategia di difesa. Fa parte del corredo biologico ed ha avuto un ruolo fondamentale nell'evoluzione dell'uomo.
Perdere la stima degli abitanti del proprio villaggio, in passato, poteva costare la vita, in quanto nessuno avrebbe mosso un dito per aiutarci in caso di difficoltà.
La vergogna ci aiuta a prevedere il giudizio negativo degli altri quando pensiamo di commettere una determinata azione.
Gli studiosi hanno sottoposto un test a quindici gruppi sociali diversi, provenienti da tutto il mondo. Se la vergogna è un meccanismo di difesa ed è basato su un sistema neurale, deve essere universale. Il test lo ha confermato in quanto la valutazione negativa delle azioni elencate dai ricercatori, corrispondeva al senso di vergogna che si provava al pensiero di compierle.

Pubblicato 17.09.2018

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Viral News

Il robot Atlas e il salti ad ostacoli: sembra un essere umano

rds_community_login

Viral News

Selfie in balcone, ma si sbilancia: perde la vita cadendo dal 27esimo piano

rds_community_login

Viral News

"Facci vedere il destro": ma il pugile rompe la mascella alla mascotte televisiva

rds_community_login

Viral News

Ufficiale: anche i mitici Flintstones diventano un set Lego

rds_community_login

Viral News

Ecco Dolfi, la lavatrice portatile che si mette nel lavandino

rds_community_login

Viral News

Lo hanno chiamato "l'asteroide di Halloween" perché è forma di teschio

rolling
×