Green

FlyZero, l’aereo alimentato a idrogeno liquido per voli a zero emissioni

Condividi condividi
Pubblicato il 10/12/2021
Di Team Digital
FlyZero, l’aereo alimentato a idrogeno liquido per voli a zero emissioni


È stato presentato nel Regno Unito un nuovo progetto, già in fase di sviluppo, per realizzare un aereo alimentato esclusivamente a idrogeno liquido, in modo da operare voli di linea a zero emissioni di carbonio. L’idea è frutto del lavoro degli ingegneri inglesi dell’Aerospace Technlogy Institute di Cranfield, che hanno sviluppato il progetto nell’ambito dell’iniziativa FlyZero finanziata con ben 15 milioni di sterline dal governo britannico.


L’ATI FlyZero punta a sostituire gli attuali aerei di linea fornendo ai passeggeri gli stessi comfort e la possibilità di viaggiare alla stessa velocità delle tratte odierne, con l’obiettivo di attraversare l’Atlantico senza alcuno scalo, oppure viaggiare da Londra alla Nuova Zelanda con una sosta per il rifornimento, ma soprattutto senza produrre CO2.


Un progetto ambizioso e sicuramente dall’alto costo produttivo, ma la propulsione a idrogeno rappresenta oggigiorno una delle tecnologie più promettenti per raggiungere le zero emissioni dei voli. Grazie all’apertura alare di 54 metriATI FlyZero immagazzinerebbe, in appositi serbatoi di carburante criogenico, idrogeno a una temperatura di meno 250 gradi Celsius. 





L’unico rifiuto prodotto dall’uso dell’idrogeno liquido come combustibile sarebbe l’acqua, come rivelato dal direttore dell’iniziativa Chris Gear nelle parole riportate da Fanpage: “In un momento di attenzione globale per affrontare il cambiamento climatico, il nostro concetto di medie dimensioni definisce una visione davvero rivoluzionaria per il futuro dei viaggi aerei, mantenendo famiglia, aziende e nazioni senza l’impronta di carbonio. Questa nuova alba per l’aviazione porta con sé opportunità reali per il settore aerospaziale del Regno Unito di assicurarsi quote di mercato, posti di lavoro altamente qualificati e investimenti interni, contribuendo al contempo a rispettare gli impegni del Regno Unito per combattere il cambiamento climatico”.


Anche il segretario commerciale Kwasi Kwarteng ha sottolineato come progetti come questo potrebbero definire il futuro dell’aerospazio e dell’aviazione. “Rifornire gli aerei in modo sostenibile consentirà alle persone di viaggiare come facciamo ora, ma in un modo che non danneggi il pianeta. Non solo ci aiuterà a porre fine al nostro contributo al cambiamento climatico, ma rappresenta anche un’enorme opportunità industriale per il Regno Unito”.





Gli ATI FlyZero, tuttavia, non dovrebbero essere operativi prima del 2030: dopo la presentazione del progetto, anche la compagnia EasyJet si è mostrata interessata a supportare lo sviluppo di un aereo commerciale alimentato a idrogeno entro il 2035. 


Immagine di copertina: ATI FlyZero, @UKAeroInstitute via Twitter 


Condividi condividi
Eventi

Scopri tutti gli eventi

In riproduzione
IL TUO PROFILO
Canzone associata: ,
Music For You
#1 - Episodio 1
10 Giu 2020 - 12:57
-3:44
Condividi l’episodio
APRI