Green

Dopo Palermo, anche a Barcellona sarà vietato fumare in spiaggia per proteggere l’ambiente

Condividi condividi
Pubblicato il 13/04/2022
Di Team Digital
Dopo Palermo, anche a Barcellona sarà vietato fumare in spiaggia per proteggere l’ambiente


Stop al tabacco su tutte le 10 spiagge della splendida Barcellona: da luglio 2022 non sarà più consentito fumare mentre si è al mare. Una scelta resa necessaria per proteggere l’ambiente ed evitare che le cicche delle sigarette restino nella sabbia o, peggio ancora, finiscano nelle acque del mare, ma anche per il fastidioso fumo passivo che coinvolge tutti i bagnanti. 


L’iniziativa non è del tutto nuova, dal momento che già l’anno scorso la città catalana aveva proibito il fumo in 4 dei 10 lidi cittadini; nel 2020, invece, la restrizione si era resa necessaria per evitare la diffusione del Covid-19 ma, visto il grande successo riscontrato, il municipio ha deciso di estendere la decisione a tutte le spiagge: “Le spiagge in cui è vietato fumare offriranno aree di vita comuni più sane – si legge in una nota del consiglio comunale – con meno rifiuti e rispetteranno la difesa dell’ambiente”.


A monitorare che le regole vengano rispettate ci sarà l’Agenzia di sanità pubblica di Barcellona: per i trasgressori ci sarà una sanzione che, al momento, ammonta a 30 euro


Il piano comunale per ripulire l’aria e le spiagge catalane consiste in due fasi: tra aprile e giugno partirà la campagna di sensibilizzazione per i cittadini, mentre il divieto scatterà a luglio, in piena stagione turistica e balneare.



Barcellona non è però l’unica località dove è vietato fumare in spiaggia: la lista spagnola vede già la presenza di Isole Canarie, Andalusia, Galizia e Valencia tra le spiagge “smoke free” (anche se, alcune, in maniera parziale).


E l’Italia? Anche da noi moltissime località balneari hanno detto stop al fumo firmando dei divieti e la lista si allunga di anno in anno: Sanremo, Rimini, Ravenna, Pesaro, Manduria, Porto Cesareo, Ponza, Anzio, Ladispoli, Olbia, Sassari, Lampedusa, solo per citarne alcune.


Nel 2021 anche Altavilla aveva bandito le sigarette dalle spiagge con multe che andavano da 50 a 500 euro.


In quella circostanza, il sindaco della città Pino Virga aveva dichiarato a PalermoToday che: 


“Le amministrazioni pubbliche hanno il dovere di promuovere comportamenti corretti, rispettosi di se stessi e degli altri. Il fumo rappresenta certamente una pratica tanto diffusa, quanto pericolosa e nociva. E il fumo passivo altrettanto. Con questo provvedimento contiamo, quindi, di fare opera di sensibilizzazione, ma anche di protezione e di tutela della salute pubblica. Le spiagge devono essere un luogo sicuro di svago e di relax. Dove l’odore della salsedine non deve essere offuscato dal puzzo delle sigarette. Sono certo che i tantissimi fruitori delle nostre meravigliose spiagge apprezzeranno il mio provvedimento.”


Immagine di copertina: iStock


Condividi condividi
Eventi

Scopri tutti gli eventi

In riproduzione
IL TUO PROFILO
Canzone associata: ,
Music For You
#1 - Episodio 1
10 Giu 2020 - 12:57
-3:44
Condividi l’episodio
APRI