Green

Botti di Capodanno: cosa possiamo fare per aiutare i nostri cani

Condividi condividi
Pubblicato il 30/12/2021
Di Team Digital
Botti di Capodanno: cosa possiamo fare per aiutare i nostri cani


La fine dell’anno si avvicina a passo svelto, è proprio dietro l’angolo, e per chi possiede un animale domestico è una notte di gioie e dolori. Ogni anno ci sono migliaia di animali selvatici e di animali da compagnia che perdono la vita a causa dell’uso dei fuochi d’artificio. Lo scorso anno, dopo la notte di Capodanno, è giunta la notizia della strage di storni, proprio a causa dei botti.


I nostri cani, ma anche i gatti, non sono immuni dal terrore generato dai boati e dalle luci. I più fortunati restano terrorizzati per ore e in difficoltà per giorni a causa di questa usanza tutta umana. Non tutti i cani hanno problemi con i fuochi d’artificio, ma molti si, e il primo capodanno di un cucciolo non può darci la sicurezza che l’anno successivo passerà indolore. Purtroppo la fobia dei rumori forti subentra con l’esposizione. Inizialmente era solo preoccupato o incuriosito (da cucciolo), l’anno dopo spaventato e via via negli anni questa paura si tramuta in terrore fino a diventare incontrollabile.


Ogni anno molti Comuni italiani emettono ordinanze per vietare l’uso di petardi e fuochi, ma questo divieto non viene spesso rispettato, anche per la mancanza di controlli tempestivi. Non potendo contare sul buon senso comune, bisogna cercare di prepararsi al meglio ed evitare che la notte di Capodanno si tramuti in una tragedia.
Il primo consiglio, per chi può, è quello di andare via per il Capodanno scegliendo località isolate, in cui difficilmente il boato dei fuochi possa arrivare, e portate con voi i vostri amici a quattro zampe. Se questo non fosse possibile, ecco alcune regole utili:
– non tenete gli animali in giardino, anche se abitualmente siete soliti tenerli lì.
– non lasciateli soli in appartamento per andare a festeggiare altrove, avranno bisogno di voi nel momento di maggiora paura.
– abbassate le persiane e chiudete bene porte e finestre.
– lasciategli scegliere il luogo della casa che li fa sentire più sicuri (spesso è il bagno, il vano doccia, o l’armadio).
– mettete musica a volume alto.
– state con loro, ma rimanete tranquilli e sorridenti. Se vi preoccupate, loro si preoccuperanno doppiamente. Non toccateli, non conteneteli, lasciateli liberi di appoggiarsi a voi, ma senza costrizioni.
– evitate l’uscita a ridosso degli scoppi e lasciate passare qualche ora per portarli giù e sempre al guinzaglio.
– non liberateli in area cani, se scoppia un petardo improvviso il cane potrebbe spaventarsi e trovare il modo di scappare per il terrore.
– non somministrate farmaci fai da te e tranquillanti, anche se dati dal veterinario curante, per questi farmaci serve un Medico Veterinario esperto in Comportamento, che conosce esattamente il funzionamento di questi farmaci, alcuni potrebbero addirittura peggiorare la situazione.

Questi sono consigli pronti all’uso, ma per il prossimo anno potrebbe essere una buona idea iniziare a prepararsi prima con l’aiuto di un Medico Veterinario Esperto in comportamento e di un Istruttore cinofilo. Per i più fortunati sarà sufficiente organizzare, ogni anno, una gita fuori porta per tutta la famiglia, animali a quattro zampe compresi, in luoghi di pace.


Condividi condividi
Eventi

Scopri tutti gli eventi

In riproduzione
IL TUO PROFILO
Canzone associata: ,
Music For You
#1 - Episodio 1
10 Giu 2020 - 12:57
-3:44
Condividi l’episodio
APRI