icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Roger Taylor: 'La sessualità di Freddie? In Bohemian Rhapsody...'

"Nel film la sessualità di Freddie è stata trattata in modo accurato" l'intervista di Roger Taylor

Bohemian Rhapsody la pellicola dedicata alla mitica canzone dei Queen ha raccolto omaggi di ogni tipo e battuto il record di incassi (con 800 milioni di dollari) diventando il biopic musicale più visto di tutta la storia di Hollywood.


La storia di Freddie Mercury ha appassionato tutto il mondo, facendo rivivere le emozioni della sua ascesa a frontman dei Queen. Ma il film è riuscito anche a far luce sulle varie sfaccettature della personalità del cantante, mettendo in risalto il lato privato delle sue origini oltre che del suo orientamento sessuale, ancora considerato per molti come un tabù in quegli anni.
A riguardo ha parlato il batterista della band, Roger Taylor, che in un'intervista rilasciata a NHK ha detto:
"Penso che Freddie vivesse una sorta di dicotomia a quel tempo era tutto diverso, le cose venivano nascoste. Penso che lui vivesse in uno stato di grande confusione. Ha avuto diverse ragazze molto carine perché aveva un bel modo di fare. Era in conflitto con sé stesso e penso che questo aspetto sia stato trattato in modo molto accurato nel film. Penso che molte persone si sentano parte di una minoranza in qualche modo spero che questo aspetto del film abbia fatto breccia nei loro cuori e che queste persone riescano a trarne forza. Ci sono troppi confini, muri e limiti culturali, cose nelle quali io non credo affatto. Penso che dovremmo essere tutti liberi di pensare e che ciascuno di noi sia diverso".

Rimanendo sull'aspetto privato del protagonista, ha inoltre aggiunto:
"Le scene che mi hanno colpito di più sono state però quelle che hanno raccontato il rapporto di Freddie con suo padre. Ho apprezzato molto il punto in cui il padre alla fine si rende conto di chi fosse davvero suo figlio e prova un grande orgoglio, penso che quello sia davvero un grande momento".

Per Roger Taylor, così come per tutta la band, far rivivere i Queen con Freddie Mercury nel film è stato importante, anche se non strettamente necessario per ricordare la sua grandezza.
"Non potremmo mai scordarci di lui se n'è andato ormai da tanto tempo, ma è parte di noi. Quando io e Brian parliamo, ci immaginiamo sempre che lui sia lì dietro l'angolo ad ascoltare e sappiamo cosa penserebbe di ciò di stiamo dicendo".

Visualizza questo post su Instagram

Two naughty boys in Kensington. Christmas Eve 1969

Un post condiviso da rogertaylorofficial (@rogertaylorofficial) in data:



Foto: Instagram

Pubblicato 23.01.2019

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Cinema

Cannes, Tarantino gela la giornalista su Margot Robbie

rds_community_login

Cinema

Downton Abbey apre le porte alla famiglia reale: il trailer del film

rds_community_login

Cinema

In arrivo il remake di Lilli e il Vagabondo (con una censura)

rds_community_login

Cinema

"Maleficent: Signora del Male", Angelina Jolie è di nuovo Malefica

rds_community_login

Cinema

Festival di Cannes: al via con Jarmusch e poi Bellocchio, Almodovar, Tarantino

rds_community_login

Cinema

Aladdin

rolling
×