Cinema

Kasia Smutniak e il no alla chirurgia estetica: “A 40 anni sto bene con me stessa”

Condividi condividi
Pubblicato il 08/11/2021
Di Team Digital
Kasia Smutniak e il no alla chirurgia estetica: “A 40 anni sto bene con me stessa”

In un’intervista al Corriere, l’attrice ha parlato anche del rapporto con il suo corpo e il tempo che passa.

In occasione dell’uscita del film 3/19 di Silvio Soldini, dove interpreterà il ruolo di un’avvocatessa in carriera la cui vita viene stravolta, Kasia Smutniak si è raccontata in una lunga intervista rilasciata al Corriere della Sera, parlando della sua vita a 360 gradi.

Perché, per alcuni versi e per i temi trattati, la storia della protagonista del film Camilla ha alcune similitudini con la vita dell’attrice che la interpreta: l’avvocatessa si muove in un ambiente maschile e ha dedicato tutta la vita alla carriera, finché una sera a Milano viene travolta da un motorino, un ragazzo immigrato muore nell’incidente e in lei, “senza volerlo, comincia un processo di cambiamento profondo”.


Nell’intervista, Kasia si sofferma anche sul lungo percorso interiore che ha intrapreso per imparare ad accettare il suo corpo una volta scoperto di soffrire di vitiligine, una malattia che provoca macchie bianche sulla pelle a causa di una depigmentazione della cute.
















Visualizza questo post su Instagram
























Un post condiviso da Kasia Smutniak (@lasmutniak)





“Io a 40 anni sto bene con me stessa: non nascondo il tempo che passa, ne vado fiera”.

Kasia oggi ha 42 anni e non ha paura di mostrarsi senza trucco sui social, ponendosi di fatto come una delle paladine della bellezza al naturale: “Mi piace come cambia il mio corpo, per me è più bello di chi finge di avere 20 anni, sarebbe come cancellare la mia storia. Ho più problemi con i media e i social che ti caricano di filtri”.


Per molto tempo l’attrice aveva anche in qualche modo nascosto la sua femminilità poiché per molti anni, come lei stesso ha dichiarato, si è dedicata ad arti e attività che avrebbero voluto spegnere il suo lato femminile: “Sono cresciuta nelle caserme in un ambiente maschile, giocavo a fare la guerra, sparavo, sono diventata pilota a 16 anni”.
















Visualizza questo post su Instagram
























Un post condiviso da Kasia Smutniak (@lasmutniak)





Kasia aveva anche in qualche modo cercato di celare la sua femminilità per evitare di essere apprezzata e giudicata soltanto per quella, in un ambiente in cui è facile accada. “È ridicolo pensare che il pilota non è un lavoro da ragazze. Lì non serve la forza. Io non sono un maschiaccio, sono una donna normale e queste sono le mie passioni. Mi piace anche cucinare e fare l’uncinetto. Ma non fa notizia”.


Foto: Kasia Smutniak, via LaPresse


Condividi condividi
Eventi

Scopri tutti gli eventi

In riproduzione
IL TUO PROFILO
Canzone associata: ,
Music For You
#1 - Episodio 1
10 Giu 2020 - 12:57
-3:44
Condividi l’episodio
APRI