Attualità

Razzo cinese fuori controllo sta per schiantarsi sulla Terra: ecco dove potrebbe cadere

Condividi condividi
Pubblicato il 27/07/2022
Di Team Digital
Razzo cinese fuori controllo sta per schiantarsi sulla Terra: ecco dove potrebbe cadere


Le azioni dell’uomo continuano a creare problemi al nostro Pianeta: non è la prima volta che un razzo sia in rotta di collisione verso la Terra e, durante la prossima settimana, è previsto un nuovo disastro. 


Un razzo Long March 5B, di costruzione e provenienza cinesi, è partito domenica scorsa dall’isola cinese di Hainan per trasportare un nuovo modulo presso la stazione spaziale cinese in orbita attorno al nostro Pianeta e ora ha iniziato una discesa preoccupante, poiché incontrollata, verso la nostra Terra, e dovrebbe schiantarsi all’inizio della prossima settimana. 


Non è ancora chiaro il punto dove il razzo rischia di cadere, ma il fatto preoccupa e non poco gli esperti, dato che si tratta comunque di un oggetto metallico di 20 tonnellate che dovrebbe generare numerosi detriti lanciati a forte velocità verso il suolo terrestre dopo l’impatto con l’atmosfera terrestre, che comunque dovrebbe in qualche modo frantumare parte del razzo frantumandolo.



La Cina è ora accusata di non aver gestito adeguatamente il lancio e il rientro del razzo, come d’altronde era già accaduto un anno fa sempre con il Long March 5B: in quell’occasione i detriti erano finiti nell’Oceano Indiano, in prossimità delle Maldive, circa dieci giorni dopo il lancio iniziale. 


La preoccupazione resta poiché, essendo il rientro incontrollato, potrebbe schiantarsi su zone abitate: secondo Holger Krag, capo dell’Ufficio per i detriti spaziali dell’Agenzia spaziale europea, la zona prevista dovrebbe essere limitata tra i 41 gradi sud e 41 gradi nord dell’equatore, un perimetro molto simile a quello di un anno fa.


Gli Stati Uniti, però, dicono che i resti del razzo raggiungeranno l’atmosfera terrestre il 1° agosto e, fino ad allora, è impossibile individuare il punto esatto dello schianto “fino a poche ore dal suo rientro”. La Cina, invece, minimizza accusando gli USA di aver avanzato paure ingiustificate: per il ministero degli Esteri cinese, infatti, la probabilità di danni a qualcosa o a qualcuno è estremamente bassa. 


E noi tutti ce lo auguriamo.


Immagine di copertina: LaPresse 


Condividi condividi
Eventi

Scopri tutti gli eventi

In riproduzione
IL TUO PROFILO
Canzone associata: ,
Music For You
#1 - Episodio 1
10 Giu 2020 - 12:57
-3:44
Condividi l’episodio
APRI