Attualità

Perché il 3 febbraio si indossano i calzini spaiati? Alcune curiosità sulla Giornata per l’inclusività

Condividi condividi
Pubblicato il 25/01/2023
Di Team Digital
Perché il 3 febbraio si indossano i calzini spaiati? Alcune curiosità sulla Giornata per l’inclusività


Fermi tutti! I calzini spaiati, rimasti soli senza la propria metà non andranno più buttati, perché a loro è dedicata persino una Giornata mondiale. Si tratta della Giornata mondiale per i calzini spaiati che, in realtà, non nasce per l’obiettivo antispreco, ma per celebrare il bello delle diversità.


Una Giornata che ancora non è conosciutissima, per questo abbiamo deciso di scrivere una mini-guida per festeggiarla al meglio.


Quand’è la Giornata dei calzini spaiati?


Innanzitutto, partiamo dalle informazioni logistiche. La Giornata dei calzini spaiati cade il primo venerdì di febbraio, quest’anno si festeggia il 3 febbraio 2023. Quest’anno sarà il suo decimo anno di celebrazioni e sui social sono già iniziate a circolare alcune coloratissime immagini.


Perché si celebra la Giornata dei calzini spaiati?


È una Giornata che nasce dieci anni fa, in una scuola primaria di Terzo Aquileia – in Provincia di Udine – dall’idea di un’insegnante, Sabrina Flapp. L’iniziativa è diventata famosa grazie alla pubblicazione dell’evento su Facebook e da allora ha preso piede ovunque.


Qual è la ragione per cui si celebra? Facile, celebrare il bello delle diversità. I calzini spaiati sono la metafora perfetta per mostrare come la diversità sia qualcosa di fantastico, come quando mettiamo due calze colorate ma diverse.


Come partecipare?


La risposta è piuttosto ovvia: prepara due calzini diversi, coloratissimi se lo vorrai, e indossali con fierezza. Ovviamente se qualcuno ti farà notare la diversità approfittatene per raccontare di questa semplice quanto gioiosa giornata.


Foto: Nick Page Unsplash


Condividi condividi
Eventi

Scopri tutti gli eventi

In riproduzione
IL TUO PROFILO
Canzone associata: ,
Music For You
#1 - Episodio 1
10 Giu 2020 - 12:57
-3:44
Condividi l’episodio
APRI