icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
La scienza conferma: i figli maggiori sono i più intelligenti

Lo afferma uno studio dell’Università di Lipsia condotto su un campione di 20.000 persone

Tempo fa vi dicevamo che è scientificamente provato che avere un fratello o una sorella ci rende persone migliori, ora è emerso un altro studio che potrebbe invece alimentare più di una gelosia in famiglia. Pare che i primogeniti siano più intelligenti degli altri. È quanto emerge da un grosso studio condotto dall'Università di Lipsia, in Germania, su un campione di 20.000 soggetti di nazionalità diverse, principalmente inglesi, tedeschi e americani.

Uno degli obiettivi della ricerca era valutare il rapporto tra fratelli e sfatare alcuni luoghi comuni come, ad esempio, quello che i figli maggiori siano ligi al dovere e favorevoli a rispettare le regole mentre quelli più piccoli siano sempre indisciplinati. Nell’ambito del rispetto delle regole non sono state riscontrate grosse differenze, i ricercatori, però, ne hanno trovate altre in quello relativo all’intelligenza: in media i figli maggiori hanno la capacità di comprendere meglio i ragionamenti astratti e possiedono un vocabolario più approfondito rispetto ai loro fratelli più piccoli.

Gli studiosi non sono riusciti a trovare una motivazione unica sul perché ci sia questa differenza, ma l’ipotesi più accreditata è che i primogeniti subiscano di più le aspettative da parte dei genitori e, sentendosi continuamente sotto pressione, siano più stimolati a migliorare.

Di contro, i figli minori possono vantarsi tranquillamente di essere i più sani della famiglia. Gli studiosi spiegano che, essendo più esposti ad una grande varietà di batteri portati in casa dai fratelli più grandi, sviluppano un sistema immunitario più forte rispetto agli altri. In più acquisiscono una maggiore capacità a contrastare le idee altrui, in primis all’interno del nucleo familiare.

Gli studiosi hanno ribadito che non è possibile tracciare un regola che definisca con precisione scientifica questo tipo di differenze, è chiaro. Sono frutto di esami statistici e non possono diventare una discriminante ferrea, il loro interesse si limita allo studio delle relazioni e dei comportamenti all’interno della famiglia. Certo che, in un litigio tra fratelli, questa ricerca potrebbe essere utile al più grande che, con un “Ho ragione io, lo dice la scienza”, potrebbe mettere fine ad ogni discussione.


Foto: Pixabay

Pubblicato 15.05.2019

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Viral News

C'è un miliardario che ha pagato i debiti universitari a 400 laureati

rds_community_login

Viral News

Non riesci a smettere di mangiare Nutella? Ecco perché...

rds_community_login

Viral News

La musica fa bene: cura esercitando un'azione sul cervello

rds_community_login

Viral News

Torna il Tamagotchi per i nostalgici degli anni '90

rds_community_login

Viral News

Il lavoro dei sogni: essere pagati per giocare a Fortnite

rds_community_login

Viral News

Il papà di Telegram: "Ecco perché WhatsApp non sarà mai sicura"

rolling
×