icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
I vostri figli non mangiano le verdure? È meglio non forzarli, lo dice questo studio

Forzare i figli a mangiare determinati cibi potrebbe farli diventare ancora più schizzinosi in futuro

Se i vostri bambini si ostinano a scartare le verdure, o altri altri cibi notoriamente non amati dai più piccoli, è meglio non insistere. Lo dice uno studio pubblicato dalla  rivista Pediatrics e condotto da ricercatori dell'Università del Michigan guidato dalla pediatra Megan Pesch.

Gli studiosi hanno analizzato 317 coppie madri-figlio per un periodo complessivo di 5 anni. Gli intervistati dovevano compilare un questionario dedicato alle abitudini alimentari dei figli quando avevano 4, 5, 6, 8 e 9 anni. È emerso che chi veniva forzato a mangiare determinati alimenti non sempre imparava a seguire una dieta sana quando era più grande. La studiosa ha spiegato che le forzature, già dai 4 anni, possono portare a far diventare i bambini ancora più schizzinosi in futuro. Un regime alimentare meno rigido invece li può invogliare ad essere più curiosi e, crescendo, ad approcciare una dieta più varia.

"È fondamentale che i genitori non forzino il bambino di assaggiare qualcosa in particolare ma si concentrino invece sull'accumulare esperienze piacevoli” - ha commentato Megan Pesch alla CNN - “Evitate di costringerli a rimanere a tavola fino a quando non mangiano una certa quantità di cibo. E non provate a corromperli promettendo ricompense. Può essere normale dire al proprio figlio che se finirà i piselli potrà avere il dessert, ma si possono creare associazioni negative ancora più pericolose con il cibo in questione”.

La dottoressa ha spiegato che sono necessari altri approfondimenti sul tema, ma ha voluto ugualmente dare qualche consiglio utile ai genitori, sottolineando come sia importante non abbattersi e provare strade sempre diverse per dare ai propri figli una dieta varia ed equilibrata.

Si può provare a coinvolgere il bambini nella preparazione dei piatti, facendo diventare più giocoso il momento in cui si sta tavola. È consigliato dare più opzioni possibili: se una certa verdura non piace, non è detto che non se ne riescano a trovare altre di loro gusto. Non preparate dei menu apposta per loro ma dei pasti completi per tutti i componenti della famiglia. È importante rendere il momento del pranzo un’esperienza felice e da passare tutti insieme, possibilmente senza tv accesa o smartphone sul tavolo.


Foto: Peakpx

Pubblicato 29.05.2020

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Viral News

Chi fa tanti sogni vive più a lungo: lo dice questo studio

rds_community_login

Viral News

WhatsApp, Facebook Messenger e Instagram, saranno presto in un unico servizio: ecco come

rds_community_login

Viral News

Bere tre coppe di champagne a settimana combatte l'invecchiamento cerebrale

rds_community_login

Viral News

Tutti pazzi per le scarpe della Lidl: su Ebay raggiungono cifre folli

rds_community_login

Viral News

Apple spiega che applicare coperture sulla videocamera danneggia i device: ecco il perché

rds_community_login

Viral News

Con l’anticiclone africano arriva il grande caldo: ecco le regioni più colpite

rolling
×