icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Come Black Mirror: in Italia imprenditori e dirigenti minacciati per aver visto video hard

Una truffa informatica mette alle strette imprenditori e dirigenti costringendoli a versare un pagamento per evitare ripercussioni sulla carriera e la vita personale

Mail dai toni minacciosi, diffusione di dati sensibili e molto altro. E' quello che è accaduto e continua ad accadere ad alcuni personaggi del mondo dell'imprenditoria, proprio loro si sono visti recapitare sulle proprie caselle di poste delle mail preoccupanti, come riporta il Corriere della Sera. Nella maggior parte delle mail il messaggio era sempre molto simile: la diffusione di materiale di vita privata capace di compromettere affidabilità e prestigio, come rimedio alla diffusione di materiale il pagamento di una sorta di riscatto. Nella prima lettera arrivata ad un utente del Veneto c'era scritto:


Ho installato un malware sul video per adulti e tu hai visitato questo sito per divertirti (capisci cosa intendo). Mentre stavi guardando i video, il tuo browser ha iniziato a funzionare come un Rdp (desktop remoto) che ha un key logger che mi ha fornito l’accesso al tuo schermo e anche alla webcam. Subito dopo, il mio software ha raccolto tutti i tuoi contatti dal tuo messenger, facebook e mailboxLa prima opzione è ignorare questo messaggio. Dovresti sapere cosa sta per succedere se opti su questo percorso. Invierò definitivamente il tuo video a tutti i tuoi contatti, inclusi parenti stretti, colleghi e così via. Non ti proteggerai dall’umiliazione che la tua famiglia dovrà affrontare. L’opzione 2 è di pagarmi. Lo chiameremo questo mio “suggerimento sulla privacy”. Se scegli questo percorso, il tuo segreto rimane il tuo segreto. Distruggerò immediatamente il video. Vai avanti con la tua vita non è mai successo niente



In seguito alle prime mail sospette sono iniziate a circolare le prime denunce alla Polizia Postale, la stessa che ha diramato una comunicazione per evitare che si cadesse nella trappola dei criminali digitali. Nunzia Ciardi, direttrice della Polizia Postale ha dichiarato:


L’ipotesi più probabile è che le password siano state rubate grazie alle operazioni di pirateria informatica compiute nei mesi scorsi. Questi “pacchetti” di dati sensibili sono stati poi venduti sul dark web. Si tratta di strumenti che consentono gravi intrusioni e per questo è fondamentale modificare tutte le chiavi di accesso, impostare password complesse e mai usare la stessa per profili diversi. Ideale è associare meccanismi di autenticazione forte come gli account a doppio fattore, accessibili grazie al codice inviato sul cellulare mentre si sta al computer. E poi si deve sempre aggiornare il sistema operativo. Per questo è importante denunciare subito, per consentirci di intervenire con tempestività. La password non è sufficiente per spiare i computer nè tantomeno ottenere eventuali filmati, ma è bene che siano i nostri esperti a verificare quanto sta accadendo



Fonte foto: Pexel

Pubblicato 25.07.2018

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Viral News

Era scomparso un anno fa: ritrovato il sottomarino argentino Ara San Juan

rds_community_login

Viral News

X Factor: Anastasio abbatte il muro con i suoi Pink Floyd in italiano

rds_community_login

Viral News

Elton John e lo spot di Natale super emozionante

rds_community_login

Viral News

Non si gioca con il cibo? Questa artista tedesca vi stupirà

rds_community_login

Viral News

Il minuscolo bikini di Emily Ratajkowski fa impazzire i fan

rds_community_login

Viral News

Avere un cane fa benissimo alla salute, lo dice questo studio

rolling
×