icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Jovanotti e la battaglia contro il cancro della figlia Teresa: “Si può uscire più forti'

Ospite dell’Istituto Europeo di Oncologia a Milano, il cantautore ha raccontato la storia della malattia della figlia.

Jovanotti è stato uno degli ospiti sul palco di "IEO per le donne", l’evento organizzato dall’Istituto Europeo di Oncologia dedicato all’ascolto e al dialogo con le donne che stanno affrontando o hanno affrontato l’esperienza del tumore al seno.

Il cantautore ha parlato della sua esperienza accanto a sua figlia Teresa, guarita dal linfoma di Hodgkin, tumore che le era stato diagnosticato a luglio 2020 e da cui è recentemente guarita.

"Mia figlia si era accorta di avere un linfonodo che le faceva male" ha esordito il cantante rivelando che, dopo un primo esame, ha fatto un controllo allo IEO; ricevuta la diagnosi, è cominciata l’avventura "che è durata dall’estate scorsa per sei mesi difficili che si sono conclusi bene. Ora la malattia è scomparsa e Teresa ha ripreso la sua scuola”.


Come riporta il Corriere, Jovanotti ha raccontato anche come lui stesso ha affrontato quel periodo di cure passato tra Milano e lo Ieo: “Mia moglie e Teresa hanno affrontato questo viaggio con una forza che mi ha sorpreso; pensavo di essere io quello forte del gruppo e invece mi sono accorto che avevo le gambe che cedevano.

Lorenzo lascia poi un consiglio per tutti coloro che stanno accanto alle donne che affrontano la dura battaglia contro il tumore: “Quello che ho imparato da padre è che queste cose si affrontano, con strumenti evoluti e complessi, un giorno alla volta, con un obiettivo davanti e guardando al futuro, con coraggio, speranza e fiducia. Queste sono tre parole fondamentali, insieme all’amore.”

Jovanotti ha poi suonato e cantato due suoi successi, "Bella" e "Chiaro di luna", prima degli altri interventi dei tanti ospiti dell'appuntamento che hanno raccontato le proprie esperienze sottolineando l'importanza della prevenzione, come ha dichiarato Paolo Veronesi, direttore del programma di Senologia dell’istituto e figlio di Umberto, fondatore dello Ieo: "È importante anticipare la prevenzione e fare i primi controlli dai 30 anni se in famiglia ci sono già stati casi».

Foto: LaPresse

Pubblicato 07.10.2021

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Cantanti Italiani

Ascolta “Mammamia”, la nuova canzone dei Maneskin

rds_community_login

Cantanti Italiani

I Maneskin si spogliano di nuovo: ecco la risposta della pornostar Valentina Nappi

rds_community_login

Cantanti Italiani

“Ci sarà da divertirsi”, Elodie racconta che tipo di Iena vuole essere

rds_community_login

Cantanti Italiani

Trionfo per i Maneskin: i biglietti del nuovo tour europeo sono finiti in meno di due ore

rds_community_login

Cantanti Italiani

Elettra Lamborghini e la foto mozzafiato alle Maldive: ecco la reazione dei fan

rds_community_login

Cantanti Italiani

Ligabue racconta come è nata “Bambolina e barracuda”: ecco il video

rolling
×