icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Cesare Cremonini: il post sulla giornata mondiale della salute mentale emoziona i fan

"Come sempre la scienza, la medicina (e l'amore) sono le ancore a cui aggrapparsi e a cui si deve affidarsi. Eppure in alcuni casi non bastano"

E' stato pubblicato sul profilo Instagram del cantante, unitamente ad un'immagine di street art in cui una ragazza è "rinchiusa e rannicchiata" in una finestra, all'interno di quattro mura, un lungo messaggio rivolto a quello che è ancora considerato un argomento tabù. La malattia mentale, di cui Cesare Cremonini non ha nascosto di averne sofferto, non deve essere motivo di discriminazione. In occasione della giornata mondiale della salute mentale, fissata al 10 ottobre di ogni anno e riconosciuta a livello internazionale dal 1992 per sensibilizzare le persone riguardo alla salute mentale, Cesare Cremonini ha voluto condividere un lungo messaggio volto a sensibilizzare i suoi fan.


"Era ieri ma è tutti i giorni la giornata mondiale della salute mentale. Chi ha vissuto sulla propria pelle, nella propria famiglia o nell'ambiente che frequenta gli estremi a cui portano i disagi psichici ha conosciuto il significato della parola inferno" scrive il cantante, che ha reso noto il periodo buio della sua vita e la diagnosi di schizofrenia. "Le parole chiave sono abbandono, alienazione sociale, emarginazione, e purtroppo, in numero sempre più crescente, suicidio. Siamo, lo dico con grande consapevolezza, tutti responsabili. Ma allo stesso tempo nessuno da solo può salvare o aiutare a guarire se stesso o chi ama. Come sempre la scienza, la medicina (e l'amore) sono le ancore a cui aggrapparsi e a cui si deve affidarsi. Eppure in alcuni casi non bastano. Occorre offrire un maggiore supporto e protezione, un paracadute o una rete di salvataggio sociale a chi vive queste esperienze molto più diffuse di quel che si racconta o si crede, e si deve partire da una conoscenza maggiore su questi temi che nascondono (non va mai dimenticato) dietro alle ombre in controluce anche speranze, guarigione, nuova luce, spesso attraverso un percorso che costa enormi fatiche ma porta all’unica risposta possibile. La vita. Purtroppo lo Stato NON RIESCE o NON PUÒ o NON SA FARE abbastanza per chi vive queste realtà e per le famiglie coinvolte. Il risultato è che i disagi psichici restano ad oggi un baratro di discriminazione e tabù, che separa chi può permettersi le cure migliori e chi no, chi può affrontare anni di ricoveri in cliniche private resistendo e chi nonostante gli sforzi dei medici e infermieri affonda nel silenzio. Per questo motivo occorre una maggiore educazione e prevenzione su questi temi, fin da giovanissimi, negli ambienti scolastici, che coinvolga anche i genitori, su un argomento che ci riguarda tutti. Nessuno escluso".



Foto: Iaconianni family, Fotoguru.it / CC BY-SA 3.0 Fonte: Le-citazioni.it

Pubblicato 11.10.2021

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Cantanti Italiani

I Maneskin secondo Amanda Lear: “Sono degli innovatori come David Bowie”

rds_community_login

Cantanti Italiani

I Maneskin volano in America, saranno ospiti di Jimmy Fallon al “Tonight Show”

rds_community_login

Cantanti Italiani

"Siamo Qui": il video ufficiale del nuovo singolo di Vasco Rossi

rds_community_login

Cantanti Italiani

Ecco le immagini del concerto a sorpresa fatto dai Maneskin a Londra

rds_community_login

Cantanti Italiani

Un fan ferma i Maneskin ad Asterdam e gli dedica una canzone: ecco la loro reazione

rds_community_login

Cantanti Italiani

I Maneskin si sono liberati di Damiano: ecco il video di “Mammamia”

rolling
×