icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Il Museo di Storia Naturale di New York è ora un centro per la distribuzione dei vaccini

Anche l'enorme balena posizionata nella Millstein Hall of Ocean Life ha ricevuto simbolicamente la sua dose

Il piano vaccinale in America procede a velocità spedita e, ormai, in molte città non è nemmeno più necessario prenotarsi per avere la prima dose. Lo scorso venerdì il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha annunciato che ora basta recarsi presso uno dei siti di vaccinazione e mettersi in fila. Anche il Museo di Storia Naturale ha messo a disposizione i suoi spazi e ora i cittadini si vaccinano sotto l’enorme balena, per l’occasione munita anche lei di un gigantesco cerotto, posizionata nella Millstein Hall of Ocean Life dove si procede al ritmo di 1.000 vaccini al giorno.

"Siamo immensamente orgogliosi di partecipare a questo sforzo cruciale per salvare vite” - ha commentato la presidente del museo Ellen Futter al sito Ny1 - “Siamo un'istituzione dedicata a promuovere la ricerca scientifica, la conoscenza e la comprensione, e a fornire l'accesso pubblico a queste informazioni. Ciò che stiamo facendo è sicuramente la manifestazione più importante della nostra missione”. Ecco alcune foto:

1 / 4
2 / 4
3 / 4
4 / 4



Foto: LaPresse

Pubblicato 28.04.2021

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Attualità

I nuovi colori delle regioni: come potrebbero cambiare le restrizioni da lunedì

rds_community_login

Attualità

Il coprifuoco riduce l’Rt del 13%, lo dice un importante studio europeo

rds_community_login

Attualità

Il prof. Carlo Rovelli: “Qualunque timore nei confronti del vaccino è assurdo”

rds_community_login

Attualità

La classe in riva al mare: l'iniziativa della scuola spagnola

rds_community_login

Attualità

5000 persone al concerto e nessun contagiato: ecco i risultati dell’esperimento

rds_community_login

Attualità

Scuole aperte per tutta l’estate: il progetto per far recuperare la socialità ai ragazzi

rolling
×