icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Fase 2: cosa non si potrà ancora fare dopo il 3 giugno

Anche se potremo viaggiare al di fuori dei propri confini regionali, ci saranno ancora molte regole che dovremo rispettare

Dal 3 giugno saranno riaperti i confini regionali. Sarà necessaria la massima prudenza e saranno messi a disposizione tutti gli strumenti necessari per monitorare i dati epidemiologici, ipotizzando anche un ritorno a provvedimenti più restrittivi nel caso la curva dei contagi ritorni a salire oltre i limiti prestabiliti.

Come spiega oggi il Corriere, nonostante l’ulteriore allentamento, ci saranno ancora diverse misure da rispettare. Gli assembramenti saranno ancora tassativamente vietati e si dovrà mantenere la distanza di un metro quando si cammina per strada e di due metri quando si fa attività fisica. Le mascherine saranno ancora obbligatorie nei negozi, dal parrucchiere e sui mezzi pubblici. In alcuni regioni come la Lombardia i cittadini dovranno indossarle anche all’aperto. I guanti sono obbligatori quando facciamo la spesa e in altri tipi di negozi.

Non possiamo rifiutarci di dare le nostre generalità nei negozi e nei ristoranti che lo richiedono, così come non possiamo evitare di sottoporci alla misurazione della febbre prima di entrare in un luogo pubblico. In palestra e dal parrucchiere sarà ancora obbligatorio prenotare.

Foto di archivio, via Pexels

Pubblicato 01.06.2020

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Attualità

Da questa domenica TikTok sarà vietata in America

rds_community_login

Attualità

La Ferrero premia i suoi dipendenti con un bonus di 2.000 euro

rds_community_login

Attualità

Alessandro Del Piero consegna il cibo del suo ristorante alle persone più bisognose di Los Angeles

rds_community_login

Attualità

Il Bonus mobilità slitta a novembre: ecco tutte le informazioni per richiederlo

rds_community_login

Attualità

Torino ridurrà le auto davanti alle scuole: la richiesta di 100 istituti

rds_community_login

Attualità

Il cielo di San Francisco è diventato arancione a causa degli incendi

rolling
×