icona-menu MENU
icon-smartphone-2 icon-search-3 icon-user-2
SCOPRI LA COMMUNITY
Scarica subito l'app di RDS

logo-footer
Mostra la skin
Aiuti alle famiglie: ecco come fare la domanda per il Family Act

Tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Family Act

Con il decreto rilancio sono state approvate le “Misure per il sostegno e la valorizzazione della famiglia”, più comunemente chiamate Family Act. Il sito pmi.it ha fatto il punto della situazione su tutti gli aiuti previsti per le famiglie.

Al momento non sono state ancora comunicate le modalità per richiedere l’Assegno universale, ovvero la misura prevista per tutte le famiglie con figli fino a 18 anni. Sarà indipendentemente dal reddito, ma con una quota variabile aggiuntiva prevista in base a determinati scaglioni ISEE e una maggiorazione del 20% per i figli successivi al primo. Si prevede che sarà disponibile a partire dal 2021.

Saranno previste degli aiuti per l’Istruzione e autonomia dei figli con agevolazioni fiscali, esenzioni, deduzioni dall’imponibile o detrazioni d’imposta sul reddito delle spese sostenute. Saranno previste agevolazioni fiscali per l’acquisto di libri di testo universitari e nuove detrazioni per l’affitto di studenti o giovani coppie fino a 30 anni. il decreto attuativo chiarirà le agevolazioni nel dettaglio, i requisiti di accesso e le modalità di fruizione.

Il congedo per i papà diventerà strutturale a dieci giorni, in adeguamento alle normative europee. Le modalità di richiesta del congedo di paternità dovrebbero rimanere quelle attuali: per poter usufruire dei giorni di congedo il padre lavoratore dipendente deve comunicare in forma scritta al datore di lavoro le date di fruizione. Nei casi di pagamento diretto da parte di INPS, la domanda si presenta online all’Ente attraverso il servizio dedicato. 

Il congedo parentale di due mesi non sarà cedibile all’altro genitore, ovvero non si avrà più la possibilità di scegliere di far utilizzare l’intero congedo a uno solo dei due genitori. Le modalità dovrebbero rimanere quelle consuete: la domanda di congedo parentale deve essere presentata all’INPS telematicamente, eventualmente con il supporto dei Contact Center o dei patronati.

Verranno introdotte cinque ore di permesso retribuito in più per recarsi al colloquio con i professori e partecipare in maniera attiva al percorso di crescita delle proprie figlie e figli. Sarà infine incentivato lo smart working, concesso in modo prioritario alle lavoratrici madri fino alla maggiore età del figlio e ai genitori con figli fino a 14 anni.

Foto di archivio, via fshoq

Pubblicato 22.07.2020

Condividi su
share-facebook-small

Scopri anche

rds_community_login

Attualità

L’immunità nei guariti dal Covid dura almeno sei mesi, il nuovo lo studio della rivista Nature

rds_community_login

Attualità

Covid: gli effetti della nuova variante brasiliana sugli anticorpi e sui vaccini

rds_community_login

Attualità

La Svezia ha dedicato un francobollo a Greta Thunberg

rds_community_login

Attualità

In futuro il Covid potrebbe diventare solo fastidioso raffreddore, lo dice questo studio

rds_community_login

Attualità

A Manila i film si vedono in gondola per rispettare il distanziamento sociale

rds_community_login

Attualità

Palestre, cinema, bar e musei: cosa cambia con il nuovo Dpcm

rolling
×