Viral News

Con la siccità torna alla luce un’antica città irachena: le immagini

Condividi condividi
Pubblicato il 23/06/2022
Di Team Digital
Con la siccità torna alla luce un’antica città irachena


Siamo nei pressi di Kemune, nel bacino idrico di Mosul, in Iraq. Qui un gruppo di ricercatori dell’Università di Friburgo, dell’Università di Tubinga e dell’Organizzazione di archeologia del Kurdistan, ha riscoperto gli antichi resti di una città.


I ricercatori hanno ipotizzato che la città possa risalire persino al 1.500 avanti Cristo, nell’età del bronzo, e fosse un importante centro per il commercio durante l’impero dei Mitanni. L’antica città non è una novità, era già conosciuta negli anni 80, quando vi fu costruita sopra la diga di Mosul sul fiume Tigri.


La città riemerge dal bacino artificiale sul Tigri


Prima della costruzione della diga i resti erano stati studiati da alcuni archeologi, ma non sufficientemente per poter comprenderne appieno le origini e la struttura. A causa però della grande siccità che ha colpito l’Iraq sono riemerse le rovine e i ricercatori hanno potuto rimettersi al lavoro. La diga che aveva inondato la zona si è abbassata molto di livello a causa delle grandi quantità d’acqua prelevate per far fronte alla crisi idrica ed evitare che i raccolti potessero andare in rovina.



L’ipotesi è che siamo di fronte all’antica città di Zakhiku; oltre ad un palazzo, già documentato durante una breve campagna nel 2018, sono stati portati alla luce diversi altri grandi edifici: una fortificazione massiccia con mura e torri, un edificio adibito a deposito a più piani e un complesso industriale.


“L’enorme edificio della rivista è di particolare importanza perché al suo interno devono essere state immagazzinate enormi quantità di merci, probabilmente portate da tutta la regione”, afferma Ivana Puljiz, dott.ssa dell’Università di Friburgo impegnata nelle ricerche.


Hasan Qasim, presidente dell’Organizzazione Archeologica del Kurdistan aggiunge: “I risultati degli scavi mostrano che il sito era un importante centro dell’Impero Mittani”.


Le mura sono ben conservate, come leggiamo nel comunicato stampa rilasciato dai ricercatori, nonostante queste fossero fatte di mattoni e fango e fossero state immerse nel bacino idrico per più di 40 anni.


Foto: frame video.


Condividi condividi
Eventi

Scopri tutti gli eventi

In riproduzione
IL TUO PROFILO
Canzone associata: ,
Music For You
#1 - Episodio 1
10 Giu 2020 - 12:57
-3:44
Condividi l’episodio
APRI