#Ideefertili: informati e coltiva la tua libertà

#Ideefertili: informati e coltiva la tua libertà

#IDEEFERTILI: INFORMATI E COLTIVA LA TUA LIBERTÀ
La Società Italiana di Fertilità e Sterilità invita i giovani a riflettere sulla propria sessualità e lo fa con un linguaggio smart e due ‘testimonial’ animati

Quanto ne sanno i ragazzi e le ragazze della propria sessualità? E quale familiarità hanno con la prevenzione e i comportamenti che mettono a rischio la propria fertilità? Ben poco, secondo i dati dell’indagine Sifes – Società Italiana di Fertilità e Sterilità che ha intervistato un ampio campione di ragazzi dai 14 ai 26 anni e ha deciso di lanciare la campagna #ideefertili.

Protagonisti i giovani Giulia e Luca, che al motto di ‘informati e coltiva la tua libertà’ guideranno i ragazzi alla scoperta di #ideefertili: una piattaforma digital dove trovare contenuti informativi e scientifici proposti con un linguaggio semplice, ma anche un luogo dove poter interagire con una rete di professionisti pronti a rispondere ai dubbi e alle domande di tutti. La campagna promossa dalla Società Scientifica vuole parlare infatti ai più giovani senza pregiudizi né moralismi, invitando i ragazzi alla consapevolezza di oggi come strumento per esercitare la propria libertà nel futuro.

Vivere pienamente la propria sessualità significa anche essere informati e proteggersi, per non compromettere scelte che potranno desiderare di fare nel futuro (come l’eventuale maternità o paternità), a causa di comportamenti sbagliati del presente. Da luglio ad agosto #ideefertili sarà ‘in tour’ con RDS su diverse spiagge italiane, con distribuzione di materiale informativo, momenti di gioco, gadget e premi per avvicinare i più giovani attraverso momenti ludici a tematiche così importanti per la propria salute e il proprio futuro. Dall’indagine realizzata dal Centro Studi Sifes emerge infatti che la conoscenza che i ragazzi hanno di questi temi è spesso lacunosa e superficiale e porta a comportamenti non virtuosi, soprattutto in fatto di prevenzione: 7 ragazzi su 10 non hanno mai fatto un controllo per assicurarsi della propria salute riproduttiva e – se conoscono il rischio di droghe, alcol e fumo – poco sanno invece delle infezioni sessuali e dei loro rischi.

Per questo Sifes ha deciso di scendere in campo per formare (non solo informare) e sensibilizzare maggiormente la fascia più giovane della popolazione, stimolando una riflessione, innescando un passaparola positivo e virtuoso ed educando alla consapevolezza che questi temi interessano i maschi tanto quanto le femmine. “Come Società Scientifica –spiega il Presidente Andrea Borini – sentiamo il dovere di impegnarci nella divulgazione di contenuti corretti, attraverso un’informazione senza pregiudizi né costrizioni sociali, per consentire a tutti di esercitare la propria libertà di scelta nel futuro. Dobbiamo passare dal concetto del trattamento della sterilità al concetto della protezione della fertilità. Affrontare queste tematiche fa parte del processo di conoscenza e rispetto di se stessi, per vivere pienamente la propria sessualità”.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato