Video News 24/07/2015


Codice da incorporare

Pubblicato il 24/07/2015

Torino – Il processo Eternit-bis si ferma e finisce nelle aule della Corte Costituzionale. Il giudice ha deciso la sospensione dopo aver accolto l’eccezione della difesa secondo cui l’ex titolare della Eternit, Stephan Schmidheiny non può essere processato due volte per gli stessi fatti. Sulla base di questo principio il processo di Torino è stato sospeso in attesa di un pronunciamento della Corte costituzionale. Il magnate svizzero è accusato di omicidio volontario per la morte di 258 persone, tra il 1989 e il 2014, a causa dell’amianto lavorato negli stabilimenti italiani della multinazionale.

Delusione per i parenti delle vittime, mentre il pm Raffaele Guariniello ha sottolineato che questi mesi di sospensione potranno consentire l’inserimento nel processo di un centinaio di nuovi casi di decesso sopravvenuti dopo la richiesta di rinvio a giudizio.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato