Trump all’Onu: “Prima gli Usa. Pronti a distruggere Nordcorea”


Codice da incorporare

Pubblicato il 20/09/2017

New York – “America first”: è quello che i suoi elettori gli avevano chiesto di affermare, davanti a tutte le nazioni del mondo: “l’America viene prima” degli altri.

Donald Trump, nel suo primo intervento davanti all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, a New York, lo ha ribadito. E poi, in un discorso durato 41 minuti e preparato dal consigliere Stephen Miller, un ‘falco’, ha detto che è pronto “a distruggere totalmente la Corea del Nord” e che l’Iran è uno Stato “canaglia” che finanzia il terrorismo.

“Gli Stati Uniti hanno una grande forza e una grande pazienza ma sono costretti a difendersi e a difendere i propri alleati. Non avremo scelta, in caso di attacco, se non di distruggere totalmente la Corea del Nord”, ha detto Trump definendo Kim Jong-Un un “uomo missile” impegnato in una missione suicida.

Poi Trump ha attaccato l’Iran, definito una “dittatura corrotta”. Ma soprattutto si è scagliato contro l’accordo nucleare: “E’ uno dei peggiori accordi che gli Stati Uniti abbiano mai firmato. E’ un imbarazzo per gli Stati Uniti”

Con il suo stile consueto, diretto e privo di diplomazia, nella sua prima all’Onu da presidente americano Trump ha assicurato che “il terrorismo radicale islamico” sarà sconfitto. Ha attaccato anche Siria e Venezuela, il socialismo e il libero commercio. Poi, rivolgendosi ai leader presenti al Palazzo di Vetro, ha detto che “le Nazioni Unite devono collaborare per isolare gli Stati canaglia”, perché “se i giusti non sapranno affrontare quei pochi cattivi, il male trionferà”.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato