Silicon Valley, dove i talenti diventano imprenditori globali


Codice da incorporare

Pubblicato il 17/02/2017

Silicon Valley – Le idee innovative non bastano in un mondo globale. Per avere successo, un’impresa deve parlare una lingua internazionale e un imprenditore deve avere una marcia in più, quella che ha accompagnato Steve Jobs, Mark Zuckerberg o Elon Musk a creare i loro colossi e che attira nella valle più famosa del silicio imprenditori da ogni parte del mondo. E’ per questo che in Silicon Valley è nato l’istituto TVLP, per insegnare un nuovo modo di creare aziende.

Bruno Iafelice, Ceo di TVLP. “Quello che c’è dietro Tvlp non è solo l’intento di educare una nuova generazione di imprenditori, ma anche di creare una comunità mondiale di persone di talento che possono aiutarsi a vicenda e possono creare dei business che partono piccoli ma possono diventare globali e vogliono rendere il mondo un posto migliore”.

La specialità di Tvlp, che raccoglie domande di partecipazione attraverso il proprio sito internet, è creare programmi immersivi. A scendere in campo è una squadra di talenti, come Naam Zafar, con 6 startup di successo alle spalle, di cui una quotata al Nasdaq e una cattedra in Imprenditorialità all’università di Berkeley. “La Silicon Valley non è posto in cui i soldi cadono dagli alberi, è una cultura, un modo nuovo di descrivere la tua impresa e di pensare al tuo business. Quando acquisisci questi potenti strumenti comunicativi e organizzativi, diventi in grado di attirare investitori, clienti e talenti che vogliono lavorare con te”.

Zafar è uno dei membri della Faculty di Tvlp composta da alcuni dei più famosi investitori, da imprenditori di successo e da docenti che insegnano anche nelle famose business school della Valle. Ad accumunarli è la voglia di condividere le loro esperienze con i più promettenti innovatori di ogni parte del mondo.

Come Balint Vojnits, imprenditore seriale dall’Ungheria, arrivato in California per trovare investitori per FindLost24, il suo nuovo progetto che utilizzando l’intelligenza collettiva e varie tecnologie, aiuta a ritrovare le cose che si sono perdute nell arco di 24 ore.

Ma tra i settori di riferimento per l’istituto americano TVLP c’è anche l’innovazione sociale. Laksmi Gunasekar, per esempio, giovanissima ma già alla guida di una delle Ong più famose dell’India che cerca di combattere la corruzione. “La ragione per cui sono venuta qui è passare da una ong a un’impresa sociale autosostenibile”, spiega.

Tra i partecipanti che TVLP seleziona da oltre 20 nazioni diverse tra Europa, America Latina e Asia, non mancano italiani determinati come Francesco Giartosio, con un passato in Fiat e in Ducati, che ha mollato tutto per creare imprese di successo. L’ultima si chiama GlassUp è ha appena lanciato sul mercato un nuovo modello di occhiali con l’utilizzo della realtà aumentata.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato