Genova, inaugurato murales in ufficio postale Sampierdarena


Codice da incorporare

Pubblicato il 13/05/2016

Genova – Un murales di 15 metri, che descrive i cambiamenti di Poste Italiane nel corso della sua storia, è stato realizzato a Genova davanti all’ufficio postale di piazza Monastero dagli alunni del Liceo artistico Paul Klee Barabino.

L’obiettivo del progetto, nato dalla collaborazione tra l’azienda e l’istituto scolastico genovese, è inserire esperienze di lavoro nel processo formativo dei giovani allievi, ribadire i principi di inclusione e prossimità che ispirano la missione di Poste Italiane sul territorio e riqualificare il piazzale antistante l’ufficio postale del popoloso quartiere di Sampierdarena, come afferma Francesco Bianchi, responsabile di Poste Italiane per l’area territoriale del Nord Ovest: “Abbiamo pensato, vedendo che già c’erano murales realizzati dalla scuola, di coinvolgere il Liceo Klee per realizzarlo insieme coi ragazzi e raccontare un po’ la storia di Poste, il cambiamento che ha fatto nel corso degli anni, insieme all’integrazione tra poste e città di Genova”.

L’opera, composta da 12 pannelli di compensato marino dipinto con colori acrilici ad acqua, materiali resistenti alle intemperie, rappresenta l’evoluzione di Poste Italiane nel tempo, con immagini tratte da fotografie d’epoca e disegni che ne richiamano i servizi e le novità, come sottolinea Beatrice Gallia, studentessa del Liceo artistico Paul Klee Barabino: “Abbiamo cercato di rappresentare Poste dagli anni dalle Poste militari ai giorni odierni, rappresentando bancomat, telefoni, mettendo un aquilone che sorvola la città per dimostrare che le Poste vanno oltre, viaggiano e ci consentono di avvicinarci a persone lontane”.

I pannelli del murales, alti 2 metri e mezzo e larghi 1 metro e 20, sono stati collocati sul muro perimetrale dell’ufficio postale di piazza Monastero, di proprietà di Poste Italiane. Nella realizzazione dei dipinti sono stati coinvolti 38 studenti che hanno aderito al progetto con entusiasmo, come spiega il professore Franco Bufarello, coordinatore dei lavori. “Dà la possibilità loro di concretizzare quello che negli anni precedenti nell’ambito delle materie artistiche hanno studiato, come fare una serie di sequenza di disegni esercizi con i colori”.

Oltre a Bianchi a al professor Bufarello, alla cerimonia hanno partecipato il direttore della filiale Genova 2 di Poste Italiane, Mariella Ghiorzo, il dirigente scolastico del liceo Paul Klee Barabino, Francesca Palmonella e la coordinatrice didattica Graziella Camera. Altri murales come quello appena inaugurato a Genova saranno realizzati presto in altre città del Nord Ovest: “E’ un progetto pilota, già in Italia ne sono stati realizzati altri in quartieri popolosi come Sampierdarena e quindi pensiamo già di realizzarne ulteriori nella nostra area territoriale, in altre realtà, in altri quartieri, per valorizzare la nostra presenza sul territorio e per dare risalto anche alla nostra storia, alla nostra presenza”.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato