Canali sotto la piramide Maya: un passaggio verso l’aldilà?


Codice da incorporare

Pubblicato il 26/07/2016

Roma – Un complesso sistema di canali sotto una piramide Maya nel sito archeologico di Palenque, in Chiapas, Messico. È l’ultima scoperta di un team di archeologi messicani. Tunnel sotteranei, a diversi livelli, dove scorreva l’acqua, proprio dove c’era la tomba dei sovrani. Uno scenario che potrebbe far ipotizzare a un simbolico collegamento con il mondo ultraterreno, come se fosse un passaggio, o meglio un sentiero, verso l’aldilà.

Il sistema idraulico è stato trovato sotto il Tempio delle Iscrizioni, costruito su una piramide a gradini e risalente al settimo secolo. È il monumento funebre del re Pacal il grande, uno degli edifici più significativi del sito Maya, e una delle tombe più importanti del Centroamerica.

“La presenza di questo sistema idraulico – ha spiegato l’archeologo Arnoldo Gonzalez – ci consente di ipotizzare che fosse stato disegnato prima della costruzione del Tempio. È profondo e lungo circa 17 metri, i canali probabilmente passavano sotto la camera con la tomba”.

“Siamo arrivati a pensare che gli abitanti di Palenque disegnarono questi canali per riprodurre metaforicamente il passaggio del sovrano di allora dall’acqua all’aldilà, come per accompagnarlo”.

Avrebbero avuto quindi una funzione puramente simbolica e religiosa. E a suggellare questa teoria ci sarebbe anche un’iscrizione su una tomba, sulla quale si ricorda che, per essere accettati nel mondo ultraterreno, il morto deve essere immerso nell’acqua di una divinità chiamata Chaac.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato