Anter in piazza per l’ambiente e per le energie rinnovabili


Codice da incorporare

Pubblicato il 26/05/2016

Roma – “Salviamo il respiro della Terra”. Con questo slogan, Anter, l’Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, ha organizzato eventi in 1000 piazze italiane dal 26 al 29 maggio a favore della salvaguardia del Pianeta, promuovendo le energie rinnovabili. Un’iniziativa che ha coinvolto in prima linea anche il Lazio e in particolare Roma, a piazza di Spagna.

Leonardo Masi, presidente di Anter. “L’obiettivo è di sensibilizzare la cittadinanza, far maturare la consapevolezza piena che il tempo è finito. Abbiamo indicato il 2030 come il punto di non ritorno della Terra, lo dicono molti scienziati, se non invertiamo la tendenza attuando condotte concrete per evitare il riscaldamenteo globale raggiungeremo quell’innalzamento di due gradi che comporterà, come dicono gli scienziati, il disastro planetario”.

L’evento dell’associazione di cittadini, patrocinato del ministero dell’Ambiente e con la collaborazione di NWG Energia, ha coinvolto grandi e piccoli, in momenti di formazione e confronto.

“I temi di cui parliamo sono nell’agenda dei grandi della Terra. Un anno fa abbiamo avuto l’enciclica di Papa Francesco, quindi che ci sia una consapevolezza a livello di chi prenderà le decisioni è appurato, cerchiamo di far migliorare la conoscenza anche a livello dei cittadini”.

Un evento che prosegue un percorso di educacazione all’ambiente dei più piccoli iniziato da due anni in centinaia di scuole. I bambini si sono anche divertiti a trasformarsi in piccoli inviati, facendo domande ai cittadini sul tema delle energie rinnovabili.

Massimo Casullo, presidente di NWG Energia:

“Anter, che è la prima associazione in Italia di cittadini che tutelano le energie rinnovabili porta un messaggio assolutamente coerente con il nostro. Perché NWG Energia è sempre e solo energia rinnovabile, siamo nati nel 2014, abbiamo nel nostro statuto al primo comma l’articolo che dice che forniremo solo energia da fonti rinnovabili ai nostri clienti”.

“Come potevamo non contribuire a salvare il respiro della Terra?”.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato