RDS Video Tecnologia


Codice da incorporare

Pubblicato il 30/11/2017

ROCK E SPAZIO CHITARRISTI E ASTRONAUTI SCIENZA

Rock e Spazio, chitarristi e astronauti. Alla Bookcity 2017, si è svolto al museo della Scienza e della Tecnologia di Milano l’incontro “Rock Around the Planets”, per parlare di musica e scienza. Un viaggio tra pianeti, galassie e asteroidi attraverso i racconti di chi nello Spazio c’è stato davvero, spesso accompagnato anche dalla sua playlist di canzoni. L’astrofisico dell’Asi, Ettore Perozzi: “Il rock – ha spiegato Perozzi – è perché la nuova generazione di musicisti era composta da rocker e la nuova generazione di scienziati ha vissuto l’era spaziale, di conseguenza è stata la colonna sonora della scienza dell’ultima generazione di scienziati e infatti molti scienziati sono degli ottimi musicisti.

PUO’ OSPITARE LA VITA SCOPERTO UN NUOVO PIANETA ROSS 128B

Gli scienziati lo hanno chiamato Ross 128B ed è un nuovo pianeta candidato a ospitare vita extraterrestre. È stato scoperto intorno a una stella nana della costellazione della Vergine, situata a “soli” 11 anni luce dal Sistema solare e un anno luce equivale a una distanza di 9.460 miliardi di chilometri dalla Terra. Il pianeta orbita intorno alla sua stella in 9,9 giorni. Secondo i ricercatori, Ross 128b è potenzialmente in grado di ospitare la vita.

DA LUSSO A NECESSITA’ DOMOTICA IN CASA VIA APP SICUREZZA 2017

Automazione per la sicurezza ed efficienza energetica delle abitazioni con l’obiettivo del risparmio: sono i due temi forti di Smart building Expo, nuovo format fieristico nell’ambito di Sicurezza 2017. Qui si parla di connettività: il piano banda ultra larga prevede investimenti di 10 miliardi di euro nei prossimi due anni ed entrerà direttamente nelle nostre case, così la domotica, spiega il project manager di Smart building Expo Luca Baldin, non è più un lusso ma una necessità: “Nel piano banda ultra larga, dove entra anche l’edificio che è l’ultima tratta della rete: questi enormi finanziamenti sviluppano un mercato importante che si tradurrà in applicazioni”.

BOLIDE VISTO DALLA ISS PAOLO NESPOLI E IL METEORITE SPAZIO

Vedere una “stella cadente” è sempre un evento speciale, romantico e misterioso al tempo stesso. Vederne una dallo Spazio è ancora più affascinante. L’astronauta italiano dell’Esa, Paolo Nespoli, in orbita sull’Iss per la missione spaziale Vita dell’Asi, ha pubblicato un video in cui, nella parte in alto a destra, si vede un meteorite solcare rapidamente il cielo terrestre e sparire tra le nuvole, illuminandole con il suo bagliore incandescente.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato