RDS Video Tecnologia


Codice da incorporare

Pubblicato il 05/09/2017

DRONI E STREET VIEW PER CONTROLLARE LE STRADE GIAPPONE

Con delle autostrade costruite all’epoca dei primi Giochi Olimpici di Tokyo, nel 1964, il Giappone deve affrontare un enorme lavoro di manutenzione per mantenere efficienti, e all’altezza degli altissimi standard dei trasporti pubblici, le sue strade. Per farlo si è affidato alla tecnologia e a queste vetture dotate di laser, chiamate “InfraDoctor”, che percorrono le strade dello Stato scannerizzandole. Uno strumento simile a quello usato da Google Street View. I dati vengono poi raccolti e usati per dare vita a rielaborazioni in 3d.

MERITO DI UN AVVOCATO L’HASHTAG COMPIE 10 ANNI TWITTER

Sono passati dieci anni da quando per la prima volta a qualcuno venne l’idea di usare su Twitter il cancelletto per raggruppare in un’unica conversazione tutti i tweet sullo stesso argomento. Merito dell’avvocato Chris Messina. Da lì in poi il cancelletto è diventato uno degli strumenti fondamentali per usare il social network e orientarsi nelle migliaia di conversazioni, formate da milioni di tweet. Il meccanismo si è poi evoluto con i trending topics, l’elenco degli hashtag più usati che permette di dare un’occhiata agli argomenti più discussi dagli utenti in tutto il mondo.

UN GIGANTESCO AEREO DISEGNATO NEI CIELI DEGLI USA BOEING

In volo per 17 ore e quasi 26mila km nei cieli degli Stati Uniti per un test dal percorso molto particolare. Un nuovissimo Boeing 787 Dreamliner con il suo tragitto ha tracciato in cielo, con una precisione incredibile, la sua stessa sagoma: un gigantesco aereo con un’apertura alare che andava dal Texas al Michigan. Il percorso dell’aereo, decollato dalla sede Boeing di Seattle, condotto a una quota compresa tra gli 11 e i 12mila metri (41mila piedi), è stato seguito dai software che mostrano il traffico aereo in tempo reale e il risultato del tracciato è quello che si vede in queste immagini.

APPELLO ALL’ONU NO AI ROBOT KILLER ROBOTICA

Non aprire quella porta. Oltre 100 esperti internazionali di robotica hanno sollecitato l’Onu a intervenire per impedire che vengano sviluppati robot killer, macchine soldato con licenza di uccidere. Gli esperti di intelligenza artificiale chiedono che la tecnologia, definita moralmente sbagliata, sia aggiunta alla lista delle armi proibite dell’Onu. Per robot killer si intende un’arma pienamente autonoma che può selezionare obiettivi senza intervento umano. I robot soldato, una volta sviluppati, consentirebbero conflitti a una velocità che gli umani faticherebbero a comprendere.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato