RDS video spettacolo


Codice da incorporare

Pubblicato il 27/02/2017

“TUTTA COLPA MIA” ELODIE PRESENTA L’ALBUM

Un disco pop con un’anima new soul: è “Tutta colpa mia” il nuovo album di inediti di Elodie che contiene il brano presentato al Festival di Sanremo. “Sono cresciuta e l’ho capito su quel palco, ho una sicurezza diversa“. Il disco contiene 13 canzoni, molte le collaborazioni, da Zibba che con lei canta in “Amarsi basterà” agli autori come Amara, Giovanni Caccamo, Ermal Meta ed Emma, autrice del brano di Sanremo e sua coach ad “Amici”. “Ci vogliamo bene, c’è molto rispetto, la stimo molto: è bello quando tra donne c’è coesione“.

GIALLINI E GASSMANN IN COPPIA PER “BEATA IGNORANZA”

Tecno-fobici contro tecno e social-dipendenti. Due ex amici, professori, diventati nemici per una questione di cuore, si ritrovano a insegnare nella stessa classe. Sono Marco Giallini e Alessando Gassmann, protagonisti del film di Massimiliano Bruno, “Beata ignoranza”.
Giallini è l’uomo di altri tempi, che vive fuori dalla rete. Gassmann, invece, è sempre collegato. Saranno costretti a scambiarsi i ruoli per un esperimento. Ma nella vita, dicono di essere poco “connessi”.
Gassmann: “Dei social uso solo Twitter, mezz’ora la mattina e mezz’ora la sera, mi sono dato questo limite“.
Vorrei, ma non sono capace, vedo solo gente che dice ‘stronz..’ e non volevo amalgamarmi. Però ogni tanto metto qualcosa….“.

DA SANREMO AL NUOVO DISCO GIULIA LUZI: ALBUM SU GIOVANI E AMORE

La voce più matura, le sonorità elettro-pop, un disco di inediti, e quattro brani che portano anche la sua firma. Giulia Luzi, reduce dall’esperienza a Sanremo tra i big, riparte con il suo primo progetto discografico intitolato “Togliamoci la voglia” (etichetta Madli Records e distribuito da Believe Digital) ed è pronta per il tour. Giulia racconta il suo primo album: “E’ un disco che mi rappresenta moltissimo, ci tenevo moltissimo a mettere la mia impronta. Ci sono anche dei pezzi scritti da me. Mi sono messa in gioco perché sentivo che era il momento di iniziare a scrivere e di avere qualcosa da dire“.

“LA PORTA ROSSA” GUANCIALE TRA NOIR E SURREALTA’

E’ un commissario particolare Lino Guanciale ne “La porta rossa”, la nuova serie su Rai2 ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi. Il commissario Cagliostro, infatti, viene ucciso nella prima puntata ma in qualche forma resta in azione, perché deve scoprire chi è il proprio assassino e salvare sua moglie, Gabriella Pession. Il sovrannaturale entra in una classica fiction investigativa.
Ci sono almeno tre generi individuabili, i cui registri si trovano all’interno della storia: l’action, il poliziesco, il giallo, la storia d’amore, ovviamente. Il tutto con dei presupposti di surrealtà fortissimi“.

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato