Eileen Carey, da bionda a mora per avere successo a lavoro

13 settembre
eileen carey

Una storia particolare quella di Eileen Carey. L’amministratrice delegata di un’azienda della Silicon Valley, adesso, inserita dalla Bbc anche nella lista delle “100 donne influenti e capaci di ispirare“, per arrivare a questi livelli ha dovuto fare un sacrificio molto particolare: cambiare il proprio look e a tingersi i capelli. Ecco le sue parole:

Ero bionda, portavo le lenti a contatto e i tacchi a spillo. Ora mi sono tinta i capelli di scuro, ho messo gli occhiali. Ecco come mi sono fatta strada e sono risultata più credibile. La prima volta che mi sono tinta i capelli, ho seguito le indicazioni di una donna che aveva avuto successo negli affari.

Ma perché tingersi i capelli? A quanto pare, come afferma la stessa Eileen, alla CEO di Glassbreaker (l’azienda sviluppatrice di software che lei stessa ha fondato) era stato detto che gli investitori si sarebbero rapportati in maniera totalmente diversa e migliore con una bruna: “Da bruna sembravo un po’ più vecchia e questo mi aiutava a essere presa sul serio“. Ma non è la prima donna che è stata costretta ad aver fatto ciò:

C’erano donne che avevano fatto la stessa cosa e abbiamo parlato di questo pregiudizio sulle bionde che sono più abbordate al bar, ma meno credibili. Voglio essere vista come una donna d’affari, non un oggetto sessuale, anche se il problema delle molestie esiste.

Infine, la manager ha dato un consiglio lavorativo a tutte le donne.

Guardate ai numeri, guardate alla leadership, parlate con le donne che ci lavorano. Se un’azienda non vi sembra un posto dove potete ottenere il massimo dal vostro potenziale, non andate a lavorarci.

Eileen Carey, da bionda a mora per avere successo a lavoro

Un post condiviso da eileen carey (@eileenmcarey) in data:

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato