fed cup barletta

La Fed Cup sbarca a Barletta per il match Italia – Chinese Taipei. RDS è media partner dell’evento e la musica 100% Grandi Successi ti aspetta il 22 e 23 aprile per un weekend imperdibile: scopri tutti i dettagli dell’evento e consulta le convocazioni!

ARRIVA LA FED CUP: BARLETTA DIVENTA CAPITALE

La Città della Disfida ospiterà il delicato match di Fed Cup tra Italia e Chinese Taipei: in palio, la permanenza nel World Group II. E’ una grande occasione per vedere all’opera le nostre giovani. Si gioca il 22-23 aprile, una settimana dopo la finale dello storico torneo Challenger.

Tanti anni fa, il Circolo Tennis Barletta “Hugo Simmen” aveva ospitato un match di Coppa Davis. Correva l’anno 1969 e l’Italia batté agevolmente l’Austria. A 48 anni di distanza, dopo il boom vissuto dal tennis femminile, non poteva mancare un weekend di Fed Cup. La chance si è concretizzata in vista dell’importante match tra Italia e Chinese Taipei, valido per restare nel World Group II. La proficua collaborazione tra la FIT ed MCA Events ha garantito una sede prestigiosa, espressione di una Regione – la Puglia – che negli ultimi anni ha regalato all’Italia alcune delle sue più grandi atlete: la brindisina Flavia Pennetta e la tarantina Roberta Vinci, indimenticabili protagoniste nella finale tutta italiana allo Us Open 2015, nonché vincitrici di quattro Fed Cup.

LINEA VERDE
Oggi è tempo di aprire un nuovo ciclo: non sarà facile tornare ai livelli di qualche anno fa, ma la neo-capitana Tathiana Garbin è la persona giusta per far crescere le nuove leve, magari con il supporto di qualche veterana. Lo sfortunato match di Forlì contro la Slovacchia ha dato indicazioni molto precise: ad esempio, le giovani Martina Trevisan (classe 1993) e Jasmine Paolini (1996) si sono dimostrate all’altezza, scendendo in campo con personalità e giocando un buon doppio. La linea verde inaugurata a Forlì proseguirà a Barletta, tenendo conto che l’eterna Francesca Schiavone ha annunciato l’addio alla competizione. La speranza è che Sara Errani (classe 1987, compirà 30 anni pochi giorni dopo la sfida) possa esserci e dare il supporto decisivo all’Italia. In caso di vittoria, le azzurre giocherebbero nel World Group II anche nel 2018. E con un anno di esperienza in più, chissà, potrebbero puntare al ritorno nel World Group I. Il primo mattone andrà piantato a Barletta contro il misterioso team di Chinese Taipei. L’urna londinese aveva assegnato a loro il fattore campo, ma un accordo tra federazioni ha consentito l’inversione di campo.

I PROBLEMI DI CHINESE TAIPEI
Sulla carta, le asiatiche potrebbero presentare un buon team: Su Wei Hsieh e le sorelle Chan sono giocatrici di tutto rispetto, ma i rapporti con la loro federazione sono negativi, per non dire pessimi. Per intenderci, lo scorso anno la Hsieh abbandonò il villaggio olimpico di Rio de Janeiro ancora prima di scendere in campo. Motivo? Non le avevano consentito di portare il suo coach in Brasile, modificando una regola interna: alle Olimpiadi viaggia un solo coach, quello della meglio piazzata in singolare (ovvero la Hsieh): la cambiarono in extremis, dando l’opportunità del viaggio al coach della meglio piazzata…considerando anche il doppio. In tutta risposta, la Hsieh ha abbandonato i Giochi alla vigilia dell’esordio. Per questo, sarà quasi impossibile vederla a Barletta. Le stesse sorelle Chan (Hao-Ching e Yung-Han), ottime doppiste, non hanno mai amato la Fed Cup, giocando solo in prossimità delle Olimpiadi. E allora dovrebbe arrivare una squadra simile a quella che ha perso in Russia: la leader Kai-Chen Chang (n.114 WTA), supportata dalla giovane Ya-Hsuan Lee, numero 263 che però a Mosca ha messo in difficoltà Ekaterina Makarova. Un team alla portata, non irresistibile ma fastidioso. La terra battuta di Barletta darà certamente una mano alle azzurre.

LA TRADIZIONE DI BARLETTA
L’incontro di Fed Cup si giocherà subito dopo l’ATP Challenger di Barletta, in programma dal 10 al 16 aprile. Tornato in calendario l’anno scorso, ha ravvivato la straordinaria tradizione tennistica della Città della Disfida. Nato nel 1997, il torneo ha visto vincere due futuri fenomeni come Rafael Nadal (soprattutto) e Richard Gasquet, oltre a diversi giocatori che erano stati (o che sarebbero diventati) top-10. Insomma, per due settimane, Barletta sarà la capitale del tennis italiano. Un giusto premio a una Città – e a una Regione – che hanno dato tanto al nostro sport.

FED CUP 2017

SEMIFINALI WORLD GROUP I
Stati Uniti – Repubblica Ceca Bielorussia – Svizzera
SPAREGGI WORLD GROUP I
Francia – Spagna Russia – Belgio Germania – Ucraina Olanda – Slovacchia
SPAREGGI WORLD GROUP II
Italia – Chinese Taipei Romania – Gran Bretagna Serbia – Australia

I PREZZI DEI BIGLIETTI (*)
Parterre: abbonamento € 35 ; giornaliero € 25
Distinti non numerati: abbonamento € 25 ; giornaliero € 15

(*) Ai prezzi vanno aggiunti i diritti di prevendita del 10%

Per l’acquisto sarà necessario accedere al sito: www.ticketone.it e seguire la procedura indicata, oppure recarsi nei vari punti vendita locali convenzionati con lo stesso circuito (Ipercoop Barletta c/o C.C. Mongolfiera, Via Trani 19, Barletta – Carbone Street Travel, Viale Istria 51, Andria – CTS Viaggi Andria, Via A. Vespucci 96, Andria – Ipercoop Andria c/o C.C. Mongolfiera, SS 170 angolo tangenziale per Trani snc, Trani – Tranilibri Point, Via delle Crociate 54, Trani).

vedi anche

COMMENTI

    Nessun commento ancora pubblicato