Beppe De Marco

Volete sapere tutto su di me?

C’è stato un momento della mia vita in cui dopo anni di vinili acquistati, del sogno della radio realizzato nelle prime piccole stazioni locali e del binomio quasi inevitabile con la discoteca, mi sono ritrovato a fare una scelta: continuare l’iter tradizionale di studi dopo il liceo oppure capire se, oltre alle donne, ci fosse altro di veramente importante nella mia vita.

La risposta viene, non dal clima goliardico dell’università, ma da una vacanza modello “ho bisogno di ritrovare me stesso” al cui ritorno scopro essere scomparsa nel nulla la radio in cui lavoravo. A quel punto un po’ come i Blues Brothers della famosa battuta: “Siamo in missione per conto di Dio” , trovo ospitalità in una radio religiosa che mi offre due ore di programma, tra un rosario e una messa, ma nella quale trovo un giornalista che, a mia insaputa, invia un mio provino alla più ascoltata emittente regionale.

Non vi basta ancora?

Dopo sei anni di lavoro intenso sulla dizione, la tecnica e la mia personalità tento il grande salto nella capitale. Dopo vari tenta e ritenta, alcuni provini dove combatto con l’emozione, finalmente suona il telefono col prefisso 06…quindi il trasferimento a Roma, sei mesi di confusione in una città dove tutto era diverso, ma anche il progressivo adattamento alla “giungla” e soprattutto le prime soddisfazioni lavorative culminate nel momento in cui arriva la chiamata che avevo sognato per notti e notti:quella di RDS…che infatti di notte mi ha lasciato anche se ora non è più quella dei sogni del “Beppuzzo” adolescente.